Home / OFF TOPIC / Whatsapp VS Telegram: popolare non vuol dire migliore…

Whatsapp VS Telegram: popolare non vuol dire migliore…

whatsapp-vs-telegram

 

…Popolare non vuol dire migliore. Soprattutto se parliamo di app.
Il confronto in questione riguarda le due app che al momento si contendono il titolo di migliore “chat app”. Parliamo di Whatsapp e Telegram.
I fattori per decretare il “vincitore” sono molti, soprattutto se si considerano le necessità dell’utente. Ma tra le righe si gioca un’altra partita: l’app popolare contro l’app emergente.

Telegram è un servizio di messaggistica superiore e migliore (dal mio punto di vista) a qualsiasi altra “chat app”. E’ un progetto open source fondato nel 2013 dai Fratelli Nikolai e Pavel Durov, fondatori del noto social network russo VK.

Innanzitutto partiamo con un po’ di numeri…
Anno di fondazione:
Whatsapp: 2009
Telegram: 2013

Numero di utenti attivi (mese)
Whatsapp: 700 Milioni (dati gennaio 2015)
Telegram: 50 Milioni (in aumento ogni settimana di circa un milione)

Messaggio scambiati al giorno:
Whatsapp: 30 Miliardi
Telegram: 1 Miliardo

Certo, confrontando questi numeri, il vincitore viene decretato da se, ma quello che voglio farvi capire è la differenza di funzionalità offerte.

Esteticamente Telegram è identico a Whatsapp: graficamente non c’è alcuna differenza né nella schermata di chat, né nella schermata generale.

Le differenze principali consistono in:

1- Costo: Telegram è gratis. Whatsapp (per i nuovi utenti) costa € 0,89 all’anno.

2- Creazione delle chat segrete (con Autodistruzione): ovvero delle conversazioni che dopo un tempo prestabilito dall’utente dalla loro lettura si cancelleranno dai dispositivi e sul server. In Telegram è possibile farlo, in WhatsApp No.

3- Possibilità di utilizzo su più dispositivi: WhatsApp è possibile usarlo solamente sul dispositivo installato, invece Telegram può essere utilizzato anche su più dispositivi, (desktop compresi) e da browser. Questo perché i messaggi vengono sincronizzati nel cloud (tranne le chat segrete).

4- Utilizzo della ram: Telegram si presenta più fluida come applicazione rispetto a WhatsApp. Provandolo la differenza si nota!

5- Limite (dimensione) e tipo di file inviati: su Telegram si può inviare qualsiasi tipo di file, basta che non superi il limite di 1GB (1024 MB), mentre WhatsApp, permette solo l’invio di file multimediali (audio, video, o immagini) di max 14MB

6- Sicurezza: Telegram utilizza standard, crittografie end-to-end e protocolli di sicurezza migliori di WhatsApp

7- Open source: il codice sorgente di telegram al contrario di WhatsApp è completamente libero e disponibile per tutti, in completa trasparenza.

8- Nome utente pubblico. In telegram è possibile impostare il nome utente pubblico per poter essere contattato senza divulgare il proprio numero di telefono. in WhatsApp non è prevista questa funzione.

9- Messaggi di gruppo: Telegram permette gruppi fino a 200 partecipanti, Whatsapp solo 50

Curiosità: dopo il blackout di whatsapp di diverse ore di febbraio 2014 ( che coincideva con l’acquisizione da parte di facebook) nel giro di poche ore Telegram è stata scaricata da quasi 5 milioni di utenti, facendola salire in cima alle classifiche dei vari app store.

Whatsapp, grazie al suo enorme bacino di utenza, è diventato uno standard, ed è difficile cambiarlo. ma da questa analisi Telegram ha tutte le carte per battere WhatsApp.

Articolo rielaborato dal socio Fondatore Arduino Di Sario

  ...Popolare non vuol dire migliore. Soprattutto se parliamo di app. Il confronto in questione riguarda le due app che al momento si contendono il titolo di migliore "chat app". Parliamo di Whatsapp e Telegram. I fattori per decretare il "vincitore" sono molti, soprattutto se si considerano le necessità dell'utente.…

User Rating: 4.68 ( 2 votes)
0

About Arduino Di Sario

Esperto in SEO e Social Media Marketing.

Leggi anche...

I bambini combattono il cancro … con lo sport!

L'attività fisica è un modo con la quale un bambino può abbattere quelle barriere che sono state create tra lui e la società durante la malattia, facilitando la sua integrazione nella comunità ...

Lascia un commento

Translate »