Home / KRAW MAGA

KRAW MAGA

SE VUOI SCOPRIRE TUTTO DI QUESTA DISCIPLINA SPORTIVA, ISCRIVITI ALLA NOSTRA ASSOCIAZIONE E CHIEDI CONSIGLIO AI NOSTRI ESPERTI DEL SETTORE:

SOCI MASTER, INSTRUCTOR & SPECIALISTI

Se non sei ancora SOCIO, ISCRIVITI ed entra a far parte della nostra Associazione !!
Con la Tessera SOCIO potrai usufruire di molti Vantaggi !!
Scopri come andando alla voce “MI VOGLIO ASSOCIARE
I nostri Soci MASTER / SPECIALISTI sono specializzati in discipline Scientifiche ed i nostri Soci INSTRUCTOR in possesso di Brevetti Federali.
Cliccando sul Nome e Cognome del Master,Specialista o Instructor da te scelto, potrai accedere al suo Curriculum-Vitae e decidere se è il professionista che fa per te.

UN PO’ DI STORIA…

Krav maga

Il krav Maga fu creato agli inizi degli anni ’50 grazie alle particolari doti fisiche e tecniche di Imi Lichtenfeld.
Imi nacque a Bratislava nel 1911, fu figlio di Samuel (istruttore di difesa personale per il dipartimento di polizia) il quale gli insegnò tutto ciò che sapeva sulle arti del combattimento.

Nel 1928 vinse il campionato del mondo di Wrestling categoria giovanile, nel 1929 diventa campione nazionale di lotta e pugilato, nella categoria Seniores, oltre che campione internazionale di ginnastica. Fino al 1939 si dedica principalmente alla lotta. Vince dozzine di medaglie e viene considerato uno dei più forti lottatori dell’Europa.  Intanto l’antisemitismo nazista aumenta a macchia d’olio, e Imi organizza un gruppo di giovani  atleti (per la maggior parte pugili, lottatori o culturisti) il cui compito era di proteggere la comunità ebraica locale, combattendo le truppe naziste. Partecipa a numerosi scontri che lo temprano nello spirito e gli fanno rendere conto della differenza fra il combattimento sportivo e quello da strada. Qui nascono le prime basi del Krav Maga.

Nel 1940 Imi diventa un problema per le autorità locali e decide di scappare da Bratislava cercando rifugio verso la terra d’Israele (allora chiamata Palestina). Riesce a imbarcarsi sull’ultima nave,  il Pentcho, che serviva a trasportare gli ultimi rifugiati dell’ Europa centrale alla  Palestina, ma la loro odissea durerà 2 anni (tutta la storia del Pentcho è descritta  perfettamente nel libro “Odyssey” di John Birman). Anche nel lungo viaggio, Imi dimostra più volte il proprio coraggio, tuffandosi in mare per salvare chi  cadeva dalla nave, oppure per recuperare gli alimenti, mettendo in pericolo la propria vita. Per salvare un bambino caduto in mare, prende una grossa infezione all’orecchio, ma non ci fa caso più di tanto. Intanto la caldaia della nave scoppia e và a fondo vicino all’isola Greca di Kamilanisi. Imi decide di raggiungere Creta con una barchetta e 4 amici, ma non ci arriveranno mai. Dopo 5 giorni passati in mare, vengono recuperati da una nave da guerra Inglese, e portati in Egitto. Le condizioni di Imi sono gravissime a causa dell’infezione  all’orecchio,viene ricoverato, ma i medici lo danno per spacciato. Anche in questo caso Imi riesce a reagire e dopo poco tempo si riprende. Si unisce alla legione Ceca guidata dall’esercito Britannico e dopo 1 anno e mezzo entra in Palestina,  presentandosi con i suoi 4 compagni al generale Yitzhak Sadeh che guidava l’hagana (organizzazione paramilitare ebraica), mostrando le sue particolari doti  nel combattimento corpo a corpo.

Nel 1944 diventa l’addestratore dell’hagana, insegnando; l’educazione fisica, il nuoto, l’uso del coltello, tecniche con la baionetta bastone, eliminazione delle sentinelle, e il combattimento corpo a corpo. Insegna ad altre unità di elitè come il palmach e il palyam. Nel 1949 nasce lo stato d’Israele e L’I.D.F (Israel DEfence Force) che Imi servirà per 20 anni, raffinando il Krav Maga. Ritiratosi dall’esercito, Imi adatta il Krav Maga alle esigenze civili (uomini, donne e bambini) e apre 2 centri di Krav Maga, uno a Tel Aviv e uno a Netanya.

Nel 1972 il Krav Maga viene riconosciuto dal Wingate  Institute of sport and Physical education, e viene integrato nelle scuole, negli  istituti privati e nei kibbutz e Moshavim… Nel 1978 nasce l’associazione israeliana Krav Maga (Israeli Krav Maga association) per far conoscere il Krav Maga anche fuori  Israele, in cui Imi ricopre la carica di presidente.

Nel 1987 Richard Douieb, viene delegato direttamente da Imi a rappresentarlo in tutta Europa, negli Stati Uniti il Krav Maga, viene conosciuto grazie a Darren Levine. Nel 1996 Eyal Yalinov forma  l’I.K.M.F. ( International Krav Maga Federation) per contribuire a far conoscere il Krav Maga  nel mondo. Questo sistema che Imi ha creato è basato sui valori morali ed umani, che danno risalto all’importanza dell’umiltà e del rispetto per gli altri. Fino agli ultimi giorni della sua vita Imi ha continuato a sviluppare tecniche e concetti del Krav Maga controllando il progresso di tutti gli istruttori, perfezionandoli uno ad uno. Imrich (Sde Or) lichtenfield muore il 9 gennaio de 1998 all’età di 87 anni ed il Krav Maga sta  continuando a diffondersi in tutto il mondo senza fare distinzione di razza, sesso e classe sociale.

I PRINCIPI DEL KRAV MAGA:

principi del Kraw Maga

Le tecniche del Krav Maga sono state sviluppate come ampliamento dei riflessi naturali del corpo. 
Queste risposte naturali sono state successivamente perfezionate, affinate ed indirizzate  ad andare incontro alle esigenze di chi si deve difendere in una data situazione.
Nel Krav Maga non ci sono regole, limitazioni tecniche o di correttezza sportiva.
Seguendo la diffusione resa possibile grazie ai primi studenti di Imi Lichtenfeld, oltre che in Israele, il Krav Maga si è diffuso in paesi dove forte è la presenza delle comunità ebraiche o si sono sviluppati solidi canali di collaborazione in ambito militare e di intelligence.
Per questo le principali scuole di combattimento e la maggior diffusione di questi sistemi si trovano negli USA, in Russia e in Francia, paesi tutti che hanno forti legami con Israele e il mondo ebraico.
Il Krav Maga è insegnato nelle accademie dei più famosi servizi segreti (Mossad, CIA ecc…) e corpi speciali di polizia (come l’FBI) con una sempre più massiccia diffusione in Italia tra le Forze dell’Ordine (Polizia di Stato, Carabinieri, corpi di polizia locale ecc..), i reparti militari d’elite fino ad arrivare agli operatori della sicurezza e vigilanza privata (es. guardie del corpo).

Da un decennio a questa parte il Krav Maga è divenuto una realtà anche per i semplici cittadini nell’ambito della difesa personale (self defense), in quanto le diverse federazioni e organizzazioni esistenti hanno scientificamente studiato e sviluppato metodi specifici adatti ad ogni individuo di qualsiasi età e corporatura (donne, uomini e ragazzi), che si prestano all’autodifesa in qualsiasi luogo e situazione (a piedi, in auto, in ambienti chiusi o aperti ecc…). 

Lascia un commento

Translate »