Home / Pallacanestro (articoli) / Introduzione alla pallacanestro

Introduzione alla pallacanestro

PALLACANESTRO (BASKET):
sport a squadre che può svolgersi sia all’aperto, sia in un locale chiuso, tra 2 formazioni avversarie di 5 elementi ciascuna.
Scopo del gioco è di inserire con e mani la palla in un canestro fissato a un tabellone posto in alto alle estremità contrapposte dei 2 settori di campo.
Il giocatore non può correre mantenendo la palla tra le mani, e non può calciarla, colpirla, o toccarla con la gamba o con il pugno (FALLI); può attaccare e svolgere azioni di difesa, ma deve evitare diretti contatti con l’avversario.
A seconda del ruolo, i giocatori vengono distinti in:
PLAYMAKER, GUARDIA, ALA, PIVOT

IL CAMPO:
Le partite si svolgono su un campo di forma rettangolare, con fondo in cemento o asfalto, all’aperto, e con fondo di legno, linoleum o altro materiale sintetico, in ambienti chiusi.
La palla (camera d’aria di gomma rivestita di cuoio, gomma o materiale sintetico) deve avere massa da 567 a 650 g e circonferenza che varia da 75 a 78 cm.
Il campo, della lunghezza di 24-28 m e della larghezza di 13-15 m, è delimitato da due linee laterali e da due linee di fondo (b); una linea parallela alle due linee di fondo divide il campo in due settori uguali, che rappresentano rispettivamente per ciascuna delle due squadre la zona di difesa e la zona d’attacco.
Nel centro del campo è tracciato un cerchio (g) con raggio di 180 cm. In ciascuna metà campo si ha un’area di tiro da 3 punti e un’area di tiro libero.
ùLa prima è delimitata da una linea tracciata sul terreno in modo da formare un semicerchio del raggio di 6,25 m (c), con centro nel punto del terreno direttamente al di sotto del canestro.
La seconda è di forma trapezoidale ed è formata da due rette che, partendo dalla linea di fondo, vengono a toccare anteriormente una circonferenza, il cui raggio è di 1,80 m, mentre le rette si sviluppano da una distanza di 3,00 m dal centro della linea di fondo (i e h).
La linea di tiro libero è posta a una distanza di 5,80 m dalla linea di fondo stessa (d).
Su ciascuno dei due lati più corti del rettangolo del campo, si trovano due supporti che reggono i tabelloni (specchi) di legno, plastica o cristallo (1,80 m×1,05-1,20 m) con i cesti o canestri (anelli in ferro pieno dotati di meccanismo di sganciamento) del diametro interno di 45 cm, ai quali è appesa una reticella lunga 40 cm (n).
Il canestro è posto a 3,05 m dal livello del campo. I tabelloni servono per il rimbalzo

LE REGOLE:
Oltre ai 2 Arbitri durante la partita si hanno altri 3 collaboratori: un Cronometrista, un Segnapunti e un addetto all’apparecchio segnatempo.
Gli Allenatori sono sulle proprie panchine, possono chiamare le sostituzioni e guidano le rispettive squadre.
La partita è composta da 2 tempi da 20 minuti effettivi (vengono recuperate le interruzioni).
Lo scopo del gioco è di fare più punti della squadra avversaria.
1 punto: Canestro effettuato da Tiro libero;
2 punti: Canestro effettuato da dentro l’area;
3 punti: Canestro effettuato da fuori area (distanza maggiore di 6,75 mt nel campionato statunitense).
Se la partità si chiude in parità si giocano 1 o più tempi supplementari di 5 minuti con intervallo di 2 minuti.
La squadra in possesso del pallone, e in posizione d’attacco, deve farlo pervenire nella metà campo avversaria entro 8 secondi e deve tirare a canestro entro 24 secondi, diversamente il pallone viene concesso agli avversari che lo rimettono in gioco dalla linea laterale.
Ciascuna squadra ha a disposizione due sospensioni (time out) per ogni tempo di gioco e una per ogni tempo supplementare.
Le infrazioni e i falli riguardano le violazioni delle regole sulla rimessa in gioco del pallone, la permanenza nell’area di tiro libero senza il pallone per più di tre secondi, il palleggio irregolare, i passi, il marcamento alle spalle ecc.
I falli possono essere tecnici se commessi contro il regolamento, ma senza contatto con l’avversario; personali se compiuti contro l’avversario, tramite contatto; intenzionali se effettuati deliberatamente ai danni dell’avversario.
I falli di gioco possono essere puniti con la perdita del possesso della palla o con tiri liberi concessi alla squadra avversaria.
Dopo 5 falli un giocatore viene allontanato definitivamente dal campo e al suo posto subentra un compagno che sedeva sulla panchina.
Dopo che una squadra ha commesso 7 falli di giocatori, personali o tecnici, in un tempo, tutti i successivi falli dei giocatori in campo vengono puniti con la concessione di 2 tiri liberi alla squadra avversaria.

SITOGRAFIA:

  1. http://www.treccani.it/enciclopedia/pallacanestro/
  2. http://www.portalestoria.net/pallacanestro%20basket%20usa%20nba.htm
  3. http://www.corridoio.net/archivio-storico/basketcatanese/4929-b-ecc-rainbow-caserta-52-64/
PALLACANESTRO (BASKET): sport a squadre che può svolgersi sia all’aperto, sia in un locale chiuso, tra 2 formazioni avversarie di 5 elementi ciascuna. Scopo del gioco è di inserire con e mani la palla in un canestro fissato a un tabellone posto in alto alle estremità contrapposte dei 2 settori…

User Rating: 4.83 ( 2 votes)
0

About EspertiFormatoriSportivi

EspertiFormatoriSportivi
L’associazione di formazione nazionale Esperti Formatori Sportivi nasce nel 2013, grazie alla collaborazione di un gruppo di professionisti (laureati in materie scientifiche) che hanno deciso di unire le forze e le competenze al fine di creare una rete tra soci e utenti in materia di rieducazione funzionale, sport, fisioterapia, alimentazione, wellness, biologia, biotecnologie, …

Lascia un commento

Translate »