Home / Bocce

Bocce

SOCI MASTER, INSTRUCTOR & SPECIALISTI

STORIA:7000 A.C. : Prime tracce di un’attività ludica con le Bocce.
1961 A.C. : città di Catal Huyuk (Turchia) ; si rinvennero segni di rotolamento sul terreno e pietre circolari, molto simili a Bocce.
Antico Egitto: pitture murali e geroglifici attestano che gli Egizi erano soliti a giocare con sassi arrotondati.
Antica Grecia: già “Omero” racconta nell’ “Iliade” che, davanti alle mura di Troia, Achille e i suoi compagni nelle ore di ozio facevano rotolare piccole sfere di pietra.
460 – 377 A.C. : ”Ippocrate” nei suoi trattiti medici lo consigliava per scopi salutistici.
300 D.C.: “Oribasio” di Pergamo lo raccomando come rimedio contro la fiacchezza dei Muscoli (disciplina più vicina al Getto del Peso).
Romani: trasformarono la pratica delle Bocce da semplice manifestazione di forza in una prova di abilità (avvicinare le pietre ad un punto fisso).
Pompei: in uno scavo furono rinvenute un Pallino ed otto Bocce.
100 D.C.: “Claudio Galeno”(medico), le consigliava ai giovani e ai vecchi.
611 D.C.: In “Inghilterra”, si praticava un passatempo denominato “Bowls”, simile a quello Romano e che ha mantenuto il suo nome inalterato fino ad oggi.
1200 D.C.: Le Bocce erano diffuse in tutta Europa Nord-Occidentale.
1299 D.C.: A “Southampton” nacque quello che possiamo considerare il primo Club Boccistico, l’ “Old Bowling Green”.
1200 D.C.: In Italia si giocava un po’ dappertutto con Bocce di legno o d’argilla; a Firenze, il luogo di pratica quotidiana era la piazza delle Pallottole, mentre a Trieste era in voga l’antico gioco delle “lavré” con selci piatti.
1300 D.C.: la popolarità delle Bocce cominciò a impensierire i Monarchi, che preferivano vedere i loro sudditi e soldati impegnati in attività più convenienti alla difesa del reame.
1500 D.C.: Bocce e Pallini furono costruiti con diversi tipi di legno e in alcuni luoghi invalse l’uso di appiattire leggermente le biglie per farle rotolare con una traiettoria curva.
1600 D.C.: Gli Inglesi dettarono norme precise con regole tecniche e modalità di svolgimento riguardanti luoghi, orari e tipo delle scommesse.
Nelle Fiandre e in Francia bocce e birilli diventarono i passatempi all’aperto dei contadini, ma furono anche molto apprezzati dai ceti intermedi e dai nobili.
1638 D.C.: Momento di difficoltà, Luigi XII° proibì di giocare nel centro di Parigi.
Similmente, in Italia le bocce conobbero ampia diffusione ma ci furono anche divieti locali.
1753 D.C.: A “Bologna” uscì un manuale, “il Gioco delle Bocchie” di “Raffaele Bisteghi”, primo esempio di regolamentazione in lingua italiana.
Il Gioco nel frattempo si diffondeva anche in Sud-America.

BIBLIOGRAFIA:

  1. http://www.treccani.it/enciclopedia/bocce_(Enciclopedia-dello-Sport)/
  2. G.R. Bolsover, Who’s who and encyclopaedia of bowls, Nottingham, Rowland Publishers Ltd, 1959.
  3. D. Di Chiara, Storia delle bocce in Italia e nel mondo. Dalle origini ai tempi nostri, 3 voll., Pomezia, Poligraf, 1997.
  4. La grande enciclopedia delle bocce, Milano, Edizione Studio Effepici, 1985.
  5. R. Petit, Petites et grandes histoires de la boule lyonnaise, Saint-Étienne, Édi Loire, 1995.
  6. Cfr inoltre i periodici Australian Bowls, Il Pallino, Le Bouliste, Sport Bocce.
  7. http://www.polisportivaprampolini.it/bocciofila.html

SE VUOI SCOPRIRE TUTTO SULLE “BOCCE”, GUARDA E SCARICA GRATUITAMENTE I LINK “pdf” CHE SEGUONO:

SE VUOI RIMANERE IN CONTATTO CON NOI E CHIEDERE INFORMAZIONI AI NOSTRI ESPERTI DEL SETTORE:

NEWSLETTER2 MI VOGLIO ASSOCIARE2 CANALI UFFICIALI2

Lascia un commento

Translate »