Home / Sport Individuali / Arco nudo

Arco nudo

arco nudoL’arco nudo:

Struttura base simile o identica all’arco olimpico. A differenza dell’olimpico non abbiamo sistemi di mira quali: mirino, clicker. Non si ha la possibilità di inserire lo stabilizzatore centrale con i baffi laterali, ma solo pesi aggiuntivi che hanno lo scopo di stabilizzare l’arco nella fase di mira e nel rilascio della freccia. L’arciere nudista può partecipare a molte competizioni sportive, ad eccetto di alcune basate sulle lunghe distanze.

STRUTTURA DELL’ARCO:

La struttura dell’arco nudo è molto simile a quella dell’Olimpico, ma in questa tipologia di archi mancano alcune componenti che invece nell’Olimpico ritroviamo: Stabilizzatori, Mirino e Clicker.
L’arco Nudo è formato da:

RISER: parte centrale dell’arco, all’estremità vi si inseriscono i Flettenti; sul Riser dell’arco Nudo si possono collocare dei pesetti aggiuntivi e degli smorzatori.
Di Riser ne esistono di moltissime forme e colori, costituiti da materiali differenti tra loro.
La stragrande maggioranza dei Riser che si utilizzano per l’arco Olimpico, vengono utilizzati anche per l’arco Nudo.

GRIP: Zona centrale del Riser, può essere in legno o di plastica.
Sulla Grip, poggia la mano dell’arco.
Non è presente sugli archi Loungbown e sui Coumpound.

FLETTENTI: sono 2, si collocano all’estremità del Riser e grazie alla corda vengono messi in tensione.
Abbiamo diverse tipologie di flettenti costruiti con materiali differenti tra di loro.
In base all’altezza e alla forza dell’arciere, si scelgono flettenti con determinata lunghezza e determinata resistenza alla trazione (libraggio).
I flettenti che vengono utilizzati nell’arco olimpico, vengono anche utilizzati nell’arco nudo.

CORDA: serve per mettere in trazione l’arco e la sua lunghezza è data dalla lunghezza dei flettenti.
Le corde vengono costruite tra mite alcuni materiali specifici, tra i più comuni e più utilizzati troviamo il (   ).
Sulla corda troviamo tre zone principalmente, definite Serving:
Serving superiore: dovrà essere inserito nel flettente superiore.
Serving inferiore: verrà agganciato sul flettente inferiore.
Serving centrale: è la zona della corda dove verrà agganciata la freccia.

REST: nella maggior parte dei casi è di metallo, ma lo possiamo trovare anche di plastica.
È la zona dove viene appoggiata la freccia.

BOTTONE: Non è sempre presente.
Quando c’è, lo ritroviamo a livello del Rest.
Il suo scopo è quello di controllare l’uscita della freccia e non farla sbandare né troppo a destra né troppo a sinistra.
I migliori bottoni sono di metallo ed hanno una calibrazione in GRANI.

PESI AGGIUNTIVI: Sono dei pesetti che si possono agganciare sul Riser; il loro scopo è di rendere l’arco più pesante e più stabile.
Possono essere utilizzati o non, in base alle volontà dell’arciere.

SMORZATORI: Sono di materiale plastico, molto spesso li ritroviamo tra il Riser e i pesetti aggiunti.
La loro funzione è quella di smorzare le vibrazioni durante l’azione di tiro, ma principalmente durante l’azione di rilascio della freccia.
Possono essere utilizzati o non, in base alle volontà dell’arciere.

ATTREZZATURA DELL’ARCIERE:

FARETRA:Oggetto in cui vengono riposte le frecce e le attrezzature base dell’arciere (Tab,Sgancio meccanico, Dragona, Estrattore, etc…) viene posizionata a livello della vita, molto spesso è munita di cintura.

FRECCE: Ne esistono di varie tipologie, nel Nudo come nell’Olimpico nella maggior parte dei casi,quelle che vengono utilizzate al Chiuso vengono anche utilizzate all’Aperto.
La scelta della freccia spetta all’arciere, ma è molto condizionata dal libraggio dell’arco e dall’allungo.

PARABRACCIO: Oggetto di forma allungata che viene posizionato sul braccio dell’arco; serve per non far sbattere la corda sul braccio.

PARASENO: Oggetto che viene posizionato sul seno dell’arciere; il suo scopo principale è di far aderire la maglietta sul corpo dello stesso per non disturbare l’azione di tiro.

TAB: Viene definita in gergo anche “patelletta”; è formata nella maggior parte dei casi da pelle di vario spessore; nel Nudo è fondamentale perchè gli arcieri tramite a codesto oggetto “mirano”.
Sulla patelletta dell’arco Nudo non troviamo nessuna sporgenza.
Ogni TAB è unica per ogni arciere.
E’ un oggetto personale e particolare per questa categoria di arcieri.
Di patellette ne esistono di varie tipologie caratterizzate dalla grandezza, dai materiali e dalla marca.
La scelta della TAB spetta solo all’arciere, ma quella consigliata è la Cavalier o simili; a differenza della patelletta per l’arco Olimpico la quale ha la pelle spaccata a livello tra l’indice e il medio, nella patelletta per la disciplina del Nudo troviamo un unico pezzo di pelle.

DRAGONA: è una cordicella che ha il compito di non far cadere l’arco nel momento del rilascio della corda; viene posizionata a livello della mano dell’arco; ne esistono di svariate tipologie e colori.

Articolo realizzato dal socio Fondatore/Master Dott. Riccardo Monzoni

 

SITOGRAFIA:

  • http://arcieridragonboys.jimdo.com
L'arco nudo: Struttura base simile o identica all'arco olimpico. A differenza dell'olimpico non abbiamo sistemi di mira quali: mirino, clicker. Non si ha la possibilità di inserire lo stabilizzatore centrale con i baffi laterali, ma solo pesi aggiuntivi che hanno lo scopo di stabilizzare l'arco nella fase di mira e…

User Rating: Be the first one !
0

About Riccardo Monzoni

Riccardo Monzoni
Dottore in scienze Motorie, Docente di preparazione fisica della Federazione Italiana di Tiro con l'Arco (F.I.T.ARCO), specializzato in Psicologia dello Sport, video-analisi e programmazione di allenamenti personalizzati in sport di squadra ed individuali. Personal Trainer a domicilio

Lascia un commento

Translate »